Fandom

Metal Gear Wiki

Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

39pagine in
this wiki
Crea nuova pagina
Comments2 Condividi

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Metal Gear Solid V: The Phantom Pain
MGS5 E3 2013 poster.jpg
Sviluppatore Kojima Productions
Distributore/i Konami
Designer Hideo Kojima (scrittore, direttore, produttore)
Artista/i Yoji Shinkawa
Compositori Harry Gregson-Williams
Serie Metal Gear
Motore di gioco Fox Engine
Piattaforma/e PlayStation 3, PlayStation 4, Xbox 360, Xbox One
Data/e di rilascio Inizio 2015
Genere/i Azione, Stealth
Modalità Giocatore Singolo
Gioco precedente (rilasciato) Metal Gear Solid V: Ground Zeroes
Gioco precedente (canonico) Metal Gear Solid V: Ground Zeroes
Gioco successivo (canonico) Metal Gear
Metal Gear Solid V: The Phantom Pain (メタルギアソリッドVザファントムペイン Metaru Gia Soriddo Faibu Za Fanutomu Peinu) è il prossimo capitolo della saga di Metal Gear in via di sviluppo da Kojima Productions e prodotto da Konami per PlayStation 3, PlayStation 4, Xbox 360 e Xbox One. Sviluppato con il Fox Engine, è il secondo gioco della saga ad avere una struttura di gioco open world.

Gli eventi narrati si svolgono dopo Metal Gear Solid V: Ground Zeroes e funge da prequel a Metal Gear. Punished Snake è il protagonista.

SinossiModifica

PersonaggiModifica

OrganizzazioniModifica

TemiModifica

Con MGSV Kojima si è voluto spingere oltre qualsiasi videogioco in tematiche; sebbene anche gli altri Metal Gear Solid abbiano avuto dei temi importanti come i geni ed il DNA (MGS1-GENE), la vita e le tecnologie moderne (MGS2-MEME), il patriottismo e la fedeltà a una nazione (MGS3-SCENE) e la volontà e la speranza (MGS4-SENSE), e la pace (MGSPW-PEACE) in questo saranno diversi: si va dal fanatismo religioso al razzismo, dalla schiavitu' minorile alla violenza sui minori, dalle torture alla distruzione fisica e psicologica di un uomo, oltre alla consapevolezza di non poter tornare integri dalla guerra, potendo perdere compagni o parti del corpo. E poi c'è il tema principale: il dolore fantasma, che dà anche il titolo al gioco vero e proprio, causato dalla rimozione di un arto ma che il soggetto continua a sentirne la presenza. Per Kaz e soprattutto per Snake sarà molto evidente questa sensazione anomala.

SviluppoModifica

Dichiarato inizialmente in via di sviluppo dalla Moby Dick Studio per PlayStation 3 e Xbox 360 in uscita nel 2013, è stato annunciato agli Spike Video Game Awards del 2012 con un trailer. Il gioco è stato oggetto di ampie discussioni per via delle nette similitudini con la saga Metal Gear Solid di Hideo Kojima; di fatto il personaggio principale sembrava avere le fattezze di Big Boss. Inoltre è stato fatto notare che il nome dell'ideatore Joakim non è nient'altro che l'anagramma di "Kojima". Mogren, ovvero Kojima, ha svelato ulteriori dettagli alla Game Developers Conference 2013, The Phantom Pain è il prossimo videogioco della saga e, insieme a Ground Zeroes, formano l'intero Metal Gear Solid V. Il 6 giugno 2013, un video di Konami mostra l'attore Kiefer Sutherland come nuovo doppiatore di Big Boss, prendendo il posto della storica voce di David Hayter. Il 10 giugno 2013 viene mostrato, all'E3 2013, un video contenente scene di gameplay: si nota subito la nuova componente open world, che caratterizzerà il nuovo capitolo della saga, oltre al ritorno di diversi personaggi. Due giorni dopo viene rilasciato, sul sito della Konami, un trailer esteso rispetto a quello già presentato precedentemente. Nei prossimi giorni vengono svelati diverse nuove versioni del trailer, di cui una versione "RED BAND" per i maggiorenni (con esplicite scene di tortura, razzismo, schiavitu' minorile e violenza estrema), e una "GREEN BAND", priva di questi contenuti.

Il 4 novembre 2013 è stato annunciato che il capitolo Ground Zeroes verrà pubblicato nella primavera 2014, a prezzo ridotto, in formato fisico e digitale per PlayStation 3, Xbox 360, PlayStation 4 e Xbox One.; nessuna data di pubblicazione invece per The Phantom Pain. Metal Gear Online, sviluppato da Kojima Production LA Studio, sarà presente in The Phantom Pain.

GameplayModifica

Il vero quinto capitolo della serie sarà enorme nelle opzioni e proprio nella struttura. Da vero open world, a differenza del prologo, questo avrà il ciclo giorno-notte incluso, varie condizioni atmosferiche (per esempio in Afghanistan sarà possibile imbattersi in pericolose tempeste di sabbia) e varie location disponibili, che spaziano da città a deserti a giungle. Queste si potranno raggiungere tramite degli elicotteri interamente personalizzabili e, a differenza di Ground Zeroes in cui se ne poteva chiamare solo uno, qui si potranno chiamare tutti gli elicotteri che si vuole. Inoltre ci sarà il sistema di recupero Fulton e si potranno reclutare soldati per ricostruire la base (infatti, ground zeroes finirà con la Mother Base distrutta dalla XOF e Big Boss in arresto cardiaco, e The Phantom Pain inizierà proprio col suo risveglio dopo 9 anni dal coma).

La Mother Base sarà completamente esplorabile, al contrario di Ground Zeroes, piena di attività secondarie e attività che si potranno costruire. Si potrà anche visitare le basi dei proprio amici, per confrontarsi e vedere come le hanno fatte. Le aree visitabili come l'Afghanistan, dentro la quale si faranno le missioni, saranno enormi e circa 300 volte più grandi di Camp Omega di Ground Zeroes, piene di basi militari, aree deserte, canyon, laghi e villaggi; proprio le missioni, a detta di Kojima, saranno interamente personalizzabili, ovvero si potrà scegliere come raggiungere o distruggere quel determinato obbiettivo. Se già in Ground Zeroes questa cosa è fatta bene, in The Phantom Pain sarà ulteriormente allargata, così come gli scontri con i boss, assenti nel prologo, che saranno fatti a fine o metà missione: tutto insomma dipenderà dall'approccio.

Si potrà accelerare il tempo fumando il sigaro elettronico, come visto nel trailer dell'E3, dato il ciclo giorno-notte in cui 24 ore reali saranno circa 6 ore nel gioco. I diversi momenti della giornata sono molto importanti: infiltrarsi in una base di giorno sarebbe rischioso; certo, si godrà di più visibilità ma questo vale anche per i soldati, che saranno di più e anche loro godranno di una vista migliorata, mentre di notte si avrà meno visibilità (anche se, come in Ground Zeroes, ci sarà il visore notturno) ma ci saranno anche meno pattuglie e le ombre, cosa fondamentale per nascondersi. Sarà importante sfruttare l'ambiente a proprio vantaggio, decidere quanto infilitrarsi nelle diverse basi disponibili nelle aree di gioco, perlustrare, magari di giorno, l'area circostante e recuperare informazioni per il proprio obiettivo. Secondo Kojima infatti in alcune missioni per raggiungere un determinato obbiettivo bisognerà trovare indizi e recapitare informazioni, e dopo fatto questo infiltrarsi nel luogo quando si vuole, prenderlo e portarlo alla base. Bisognerà tener conto anche delle condizioni atmosferiche, che potrebbero rovinare anche i piani meglio riusciti, come appunto la già accennata tempesta di sabbia.

La varietà di veicoli ora è molto più ampia, in cui si potranno manovrare anche i cavalli, le moto e persino un Metal Gear (carrarmato bipede armato di artiglieria pesante). Oltre a questi aspetti, The Phantom Pain includerà tutti gli elementi innovativi di Ground Zeroes, come il tag dei nemici, il bullet-time una volta scoperti, la salute auto-rigenerante, l'eliminazione del countdown dell'allerta, sostituito dai comandi che si diranno le pattuglie e il CP per decidere lo stato in cui dovranno essere (combattimento, allerta, ricerca dell'intruso). Le armi saranno molte di più di quelle presenti in Ground Zeroes. Visto infatti l'ambientazione negli anni 80, e quindi nel pieno dell'invasione sovietica, ci saranno molti fucili russi, come il Kalashnikov, ma anche altre armi, come l'M16, la Galil, e le mitragliatrici leggere, tutte queste assenti nel prologo; Alcuni rumor parlano del poter scegliere l'equipaggiamento e la mimetica da scegliere per andare in una determinata area, ma nulla di confermato. Per tutti questi elementi e sicuramente di più, The Phantom Pain, oltre a essere un gioco enorme, è un vero e proprio simulatore di stealth, come descritto da Kojima stesso.

GalleriaModifica

VideoModifica

The Phantom Pain HD - VGA 2012 Debut trailer03:01

The Phantom Pain HD - VGA 2012 Debut trailer

VGA Trailer

Metal Gear Solid V The Phantom Pain - E3 2013 Trailer (Extended Director's Cut) SUB ITA09:15

Metal Gear Solid V The Phantom Pain - E3 2013 Trailer (Extended Director's Cut) SUB ITA

Traile E3 sub ITA

Inoltre su Fandom

Wiki a caso